Home
Acquista servizi OnLine
Acquista servizi OnLine
Scegli il pacchetto più adatto a te
Acquista libro BMS
Acquista il libro BMS
eBook digitale - Amazon

Cerca nel sito

 Nel libro “Non più a Dieta ma in Salute” ho dedicato un intero capitolo alla psoriasi poiché ritengo, per esperienza, che troppo spesso questa patologia sia erroneamente affrontata esclusivamente da un punto di vista dermatologico.

Ne libro c’è un piano alimentare specifico, estremamente dettagliato per chi è affetto da psoriasi: è stato un atto doveroso, con l’obiettivo di offrire una sintesi nutrizionale pratica ed efficace.

Una mole enorme di lavori scientifici illustra chiaramente la natura multifattoriale di questa patologia: predisposizione genetica, alto stress ossidativo, alterata permeabilità intestinale, fattori emotivi, giocano un ruolo cruciale nello sviluppo, nel decorso e nella risoluzione della stessa.

In quanto patologia autoimmune, possiamo immaginarla come un fenomeno autolesionistico innescato da una moltitudine di fattori stressogeni che il sistema immunitario non è più in grado di gestire. Le difese immunitarie a questo punto “impazziscono” ed iniziano a bersagliare un organo specifico del corpo: la pelle nel caso della psoriasi, le articolazioni nel caso dell’artrite psoriasica.

Il sistema immunitario si allena sin dalla nascita per proteggerci dagli agenti esterni, che siano essi, virus, batteri, cibo, emozioni, inquinamento. Dovremmo rispettarlo un po' di più ed invece la nostra civiltà “evoluta” inizia a pretendere troppo da esso.

Una igiene esagerata (non sto dicendo che non devi lavarti!), una ipernutrizione (non sto pensando che non devi mangiare!), un surmenage lavorativo (si forse dobbiamo lavorare di meno!) insieme a specifici e ben conosciuti fattori genetici, sono il mix ideale per far imbestialire il sistema immunitario.

E lui come ci ripaga per tutto questo? Semplice, bombarda una parte specifica del nostro organismo.

Se conosciamo i fattori scatenanti perché ci si ostina ad affrontare la psoriasi solo da un punto di vista dermatologico? Provo a darmi delle risposte…senza reticenza.

  - Sovente, in ambito medico, psicologico e nutrizionale c’è poco dialogo tra gli specialisti coinvolti. La conseguenza è che il paziente si trova egli stesso (cosa assai pericolosa!) a dover fare sintesi pratica dei consigli e delle terapie che riceve.

  - La società che stiamo creando pretende spesso il rimedio, immediato, sicuro e pratico: quindi non siamo quasi mai disposti a rimettere in discussione molti degli stili di vita che sono causa stessa di patologia.

  - Siamo ancora troppo abituati a concepire il corpo umano come una macchina suddivisa in compartimenti stagni: se non ci scrolleremo questa visione miope, sarà dura combattere questa ed altre malattie autoimmuni.

  - Sottovalutiamo pericolosamente il fenomeno dell’alterata permeabilità intestinale e dell’infiammazione intestinale: ignorarli vuol dire non curare la parte più importante del sistema immunitario.

  - Lo stress nelle sue numerose sfaccettature è terribilmente ignorato in questi ambiti terapeutici: le sue conseguenze su un sistema immunitario di per sé già minato, sono terribili.

Per affrontare adeguatamente la psoriasi è necessario quindi, insieme alle terapie farmacologiche, modificare concretamente l’alimentazione, integrare con sostanze naturali in grado di ripristinare una efficiente barriera intestinale, ripristinare una flora batterica intestinale, lavorare sui fattori emotivi, conoscere i fattori genetici mutati per lavorare su di essi in maniera mirata.

Una visione olistica è indispensabile per demolire sistematicamente alla radice le cause della psoriasi.

Nel BMS andiamo sempre alla radice. Nel libro parlo diffusamente dei geni coinvolti: Il6, TNF, FTO, predisposizione alla celiachia, intolleranza al lattosio. Drammaticamente sottovalutata la genetica in ambito nutrizionale, essa è in grado di dare risposte esaustive sulle vere origini dell’infiammazione intestinale. Vuoi mettere identificare una alterata sensibilità al glutine a 40 anni o saperlo sin dalla nascita!?

Questo ambito è talmente vasto che richiede certamente ulteriori approfondimenti… …ci torneremo…

Comments powered by CComment

Ancora qualche informazione...

Ecco alcune delle domande riccorrenti che ti aiuterrano a capire meglio il Sistema Metabolico Bruni (BMS). Se preferisci ricevere informazioni più specifiche invece, puoi scrivere una mail cliccando qui.

F.A.Q.

Il Sistema Metabolico Bruni (BMS) è il risultato di oltre 10 anni di studi in nutrizione funzionale, nutrigenetica e cronobiologia.
L'incontro e la sintesi di questi tre importanti settori della nutrizione e della biologia, si fondono in BMS, in maniera estremamente efficace e pratica.
BMS vede la luce nel 2018 grazie alla stretta collaborazione tra il Dott. Bruni, nutrizionista ed il Dott. Renzi, esperto informatico.

BMS è rivoluzionario nel campo della nutrizione applicata, poiché è in grado di elaborare una moltitudine di parametri clinici e variabili genetiche per tradurli in un percorso di educazione nutrizionale estremamente personalizzato, altamente scientifico efficace e semplice per il paziente.
BMS è l'unico metodo che elabora i seguenti dati per tradurli in un percorso nutrizionale straordinariamente efficace e pratico:

- Parametri clinici
- Parametri genetici
- Potere terapeutico dei singoli alimenti
- Potere terapeutico delle combinazioni alimentari
- Ciclicità nell'assunzione di specifiche categorie alimentari
- Cronobiologia

BMS è in grado di elaborare sequenze nutrizionali settimanali e mensili per controllare al meglio le risposte metaboliche ed ormonali della persona. Sulla base delle informazioni cliniche inserite dall'utente e rispetto ai dati ottenuti dal test genetico-BMS, si elaborano sequenze nutrizionali estremamente personalizzate.

Le combinazioni alimentari proposte in BMS e la loro precisa collocazione temporale permettono un eccellente controllo degli ormoni e dei fattori metabolici che controllano il senso di fame, alcuni esempi, Leptina, Grelina, Insulina, Glucosio, Cortisolo, Melatonina, Serotonina.

BMS elabora il percorso di educazione nutrizionale sulla base delle reali condizioni cliniche del momento.
BMS si adegua continuamente ai cambiamenti metabolici della persona e lo guida attraverso un percorso nutrizionale estremamente dinamico, personalizzato che diventerà nel tempo un vero e proprio modello alimentare personalizzato.

BMS elabora e sintetizza una moltitudine di informazioni che l'utente andrà ad inserire nelle diverse schede conoscitive.
Alcuni esempi: tutte le patologie in atto o pregresse, tipo di lavoro svolto, se sei uno sportivo e che tipo di sport pratichi, se hai intolleranze alimentari o allergie alimentari, qual è la qualità del sonno, come è la tua funzione intestinale, se soffri di disturbi dell'andamento glicemico, in una donna qual è la condizione ormonale e tanti altri dati. Inoltre ovviamente se effettui il test genetico BMS, sarà in grado di elaborare i tuoi dati genetici con la tua condizione clinica.

Il metodo BMS è stato già adottato da migliaia di pazienti, ma solo nel 2018 fa la sua comparsa come servizio on-line. Se vuoi leggere le recensioni dei pazienti e i risultati ottenuti puoi andare nella sezione dedicata cliccando QUI.

Il test genetico BMS elaborato, dal famoso genetista Dott. K.Grimaldi, prende in considerazione i geni che controllano il metabolismo dei carboidrati, dei lipidi, numerosi geni che controllano il metabolismo dei radicali liberi e la riparazione del DNA, i più importanti geni che regolano i processi infiammatori dell'organismo, il metabolismo dell'acido folico, della Vit. D, della sensibilità al sale, della caffeina, il gene che controlla il metabolismo dell'alcool, la sensibilità al nichel, la predisposizione alla celiachia, la metabolizzazione del lattosio e i geni del comportamento alimentare. Un test genetico estremamente completo ad un costo incredibilmente contenuto.

L'analisi genetica viene effettuata in un laboratorio altamente specializzato in analisi genetiche: GENETICLAB.

Assolutamente no. Tutti i test genetici si effettuano una sola volta nella vita in quanto il suo risultato non può mai cambiare nel tempo. Questo è uno dei tanti vantaggi che comporta eseguire il Test Genetico BMS.

Assolutamente no. Puoi tranquillamente iniziare a seguire il metodo BMS con un percorso di educazione alimentare estremamente personalizzato, in seguito quando lo riterrai opportuno, magari sceglierai di effettuare il test del DNA BMS per conoscere le caratteristiche fondamentali ed uniche del tuo metabolismo.