Nutrigenetica
Acquista servizi OnLine
Acquista servizi OnLine
Scegli il pacchetto più adatto a te
Acquista libro BMS
Acquista il libro BMS
eBook digitale - Amazon

Cerca nel sito

Nel BMS ha un peso significativo la Nutrigenetica, un ramo della Biologia che si occupa di studiare gli effetti di precise mutazioni genetiche, sul metabolismo individuale.

Quando si rende opportuno, grazie al supporto di Laboratori Analisi Specializzati, si indaga su precise varianti genetiche al fine di comprendere i meccanismi sottili del metabolismo.

I test di Nutrigenetica si utilizzano non solo per elaborare percorsi nutrizionali altamente personalizzati, ma anche per comprendere precise risposte cliniche storiche.

Tanti disturbi gastrointestinali possono essere chiariti attraverso un'indagine Nutrigenetica: basti pensare al fatto che l'intolleranza al lattosio ha una precisa origine genetica. Quando si evidenzia una mutazione a carico del gene LCT, l'organismo umano perde la capacità di produrre l'enzima (la Lattasi) in grado di digerire efficacemente il lattosio. Va da se che essere a conoscenza di questa caratteristica genetica da bambini o da adulti, può fare una grande differenza nell'ambito della salute gastrointestinale o sullo stato della massa ossea, della persona.

Anche l'alterata sensibilità al Nichel (detta anche Allergia al Nichel) si origina da precise mutazioni genetiche. I meccanismi molecolari, in questo caso, sono molto più articolati rispetto a quelli coinvolti nell'intolleranza al lattosio, ma comprenderli, vuol dire intervenire chirurgicamente da un punto di vista nutrizionale. L'alterata sensibilità al Nichel (così la chiamiamo nel BMS!) è il frutto di un cortocircuito molecolare assai complesso: sono coinvolte molecole infiammatorie, prodotte in eccesso a causa di specifiche mutazioni genetiche, radicali liberi non adeguatamente metabolizzati, stresso ossidativo elevato e scarsa capacità detossificante cellulare.

Tali meccanismi vengono prodotti da mutazioni genetiche sulle quali si interviene sia con nutraceutici e molecole naturali specifiche, ma soprattutto con prescrizioni nutrizionali individuali.

Il valore aggiunto del BMS sta nel considerare sullo stesso piano, la nutrizione funzionale e la Nutrigenetica: perché se da una parte approfondite indagini genetiche danno l'opportunità di conoscere i dettagli metabolici, dall'altra la nutrizione funzionale utilizza il potere terapeutico degli alimenti per ottimizzare esattamente le vie metaboliche deficitarie.

Nel BMS utilizziamo da anni pannelli genetici assai completi in grado di analizzare il:

  • Metabolismo dei Carboidrati
  • Metabolismo dei Lipidi
  • L'intolleranza al Lattosio
  • L'alterata sensibilità al Nichel
  • Il metabolismo della Caffeina
  • I meccanismi enzimatici di Detossificazione e di controllo dello Stress Ossidativo.
  • L'espressione dei Fattori d'Infiammazione
  • Metabolismo dell'Acido Folico
  • Il metabolismo della Vitamina D
  • La sensibilità al Sale
  • Il metabolismo dell'Alcool
  • La predisposizione alla Celiachia
  • I geni del comportamento alimentare e del ciclo sonno-veglia

Ci si può rendere conto facilmente quanto la conoscenza di tutti questi dettagli metabolici rende possibile una nutrizione veramente personalizzata.

Troppe volte ci si affida a percorsi nutrizionali estemporanei e ancor peggio frutto di una visione commerciale della nutrizione. L'omologazione sociale purtroppo è entrata di prepotenza anche nella scienza della nutrizione: affidarsi a formule magiche uguali per tutti è una tendenza che nel BMS combattiamo con forza.

Lo studio dei geni coinvolti nelle risposte metaboliche, offre un elevato grado di consapevolezza a chi vuole davvero mettere in discussione le proprie abitudini alimentari. Essere partecipi dei propri meccanismi fisiologici rende semplice l'acquisizione di adeguate scelte nutrizionali che poi nel tempo dovranno diventare parte integrante del proprio stile di vita.

Avere la piena consapevolezza delle risposte metaboliche aiuta enormemente nelle scelte nutrizionali quotidiane, perchè ci si muove su un piano estremamente pragmatico che si può davvero toccare con mano.

Nel BMS i percorsi nutrizionali studiati dopo le indagini genetiche sono sempre elaborati tenendo in debita considerazione lo stato clinico attuale e storico dell'individuo.

Il nutrizionista che lavora con il metodo BMS soppesa sempre lo stato clinico, le varianti genetiche e la condizione emotiva della persona., perchè sa che queste componenti sono fondamentali per stabilire il percorso nutrizionale e nutraceutico più efficace.