fbpx

Il Sistema Metabolico Bruni (BMS) è un modello nutrizionale realizzato su misura della singola persona. Un paziente che diventa protagonista: protagonista della sua alimentazione e quindi della sua salute.

Le naturali scelte di fondo sono un approccio olistico e una sintesi pratica delle conoscenze scientifiche adeguate ad affrontare le istanze specifiche e uniche della persona.

Perché? Perché viviamo in un tempo in cui la salute è pensata in termini di male e rimedio e invece ritengo assolutamente necessario opporre alla generalizzazione la personalizzazione.  

In realtà, infatti, ognuno di noi è unico. I geni parlano chiaro, la nostra vita parla chiaro.

Del resto il termine olismo deriva dal greco e significa “totalità”.

Quella olistica è una visione del tutto inteso come unicum e non come somma delle parti di cui è composto.

È chiaro quindi che non è una disciplina ma un approccio filosofico e come tale si può applicare a molte discipline o ambiti, come la medicina, la psicologia, la fisica, la biologia, il marketing.

E forse il più tipico esempio di struttura olistica è proprio l'organismo biologico: un essere vivente, in quanto tale, è una complessa unità-totalità, non riducibile soltanto all’addizione delle sue singole componenti.

Quando si parla quindi di medicina olistica ci si riferisce a quella concezione secondo cui l’uomo è un’unità di corpo, mente e spirito. Conseguentemente l’approccio olistico è un intervento integrato, che sfrutta i punti di forza di diverse discipline e combina diversi trattamenti, privilegiando una visione di sintesi.  

Possiamo quindi sgombrare il campo dalla confusione e dallo scetticismo che girano intorno al concetto di olismo e di medicina olistica.

Alcuni la identificano con la medicina naturale, altri con la medicina psicosomatica, altri ancora la mettono in relazione esclusiva con la medicina omeopatica o con le medicine tradizionali cinese, tibetana o ayurvedica.

La verità è invece che ciascuna di queste può essere strumento ma non può esaurire tutte le caratteristiche della medicina olistica la quale appunto più che una scienza è una metodologia clinica: la medicina olistica può insomma utilizzarle tutte senza coincidere con alcuna di esse.

L’olismo concepisce uno stato di salute complessivo, che attiene a mente, corpo, aspetti ambientali e sociali. Ed ecco che questo vuol dire innanzi tutto orientarsi alla persona e non al sintomo o alla malattia. Se la finalità è il benessere, tutti gli aspetti -fisici ed emotivi- devono essere considerati insieme, nell’esclusiva unicità di ciascuno.

Allora l’approccio olistico non deve essere visto come diverso e lontano dalle metodologie di intervento della medicina tradizionale o “scientifica”. Non ne sceglie una, le abbraccia tutte. Non ne esclude una, le valuta tutte. Il paziente è affrontato nella sua interezza e con tutte le sue specificità.

La personalizzazione è dunque essenziale e ci consente quell’approccio olistico che tiene presenti tutte le componenti della persona e le loro interazioni.

La sintesi del BMS è una visione corretta del cibo: il cibo come prevenzione e terapia, il cibo come alleato, il cibo come efficace strumento per massimizzare le potenzialità dell’organismo. Un sistema che segue il paziente nella sua evoluzione clinica e nei suoi cambiamenti ormonali e metabolici.

 

BMS. Non più a Dieta ma in Salute

Un libro con il paziente al centro! Sì, un libro che traduce un approccio scientifico olistico in una risposta su misura di un PAZIENTE PROTAGONISTA della sua Salute.

Disponibile a breve e acquistabile anche direttamente qui sul sito!

Traduci BMS

Seleziona la tua lingua per tradurre il sito web.

Informazioni

Aiuto

Area Riservata