fbpx

La velocità con la quale siamo abituati ad ingurgitare informazioni è un elemento caratterizzante del nostro tempo.

Un’enorme mole di dati per appagare la sete di conoscenza di chiunque. Un’esplosione fenomenale di informazioni, utopistica qualche decennio fa, per colmare la nostra ignoranza e solleticare i nostri istinti più profondi. Nella scienza della nutrizione siamo assolutamente immersi in un vortice entusiasmante ma al contempo estremamente pericoloso. La scienza ha bisogno dei suoi tempi, ha bisogno di riflessioni, di conferme e di smentite, ma va compresa e rispettata così come dovremmo rispettare noi stessi nel senso più profondo del termine.

Perché se cadiamo nel vortice, con le nostre speranze, le nostre aspettative, le nostre paure più inconsce, ecco che il gioco si mescola all’inganno.

Un inganno pericoloso.

Bruciare il tempo per ottenere risultati immediati: se è vero per la locomotiva dell’informazione che ci travolge, perché non dovrebbe essere vero per le nostre speranze?

L’inganno salutistico è figlio della fretta.

Quella fretta che pretende soluzioni immediate.

Quella fretta che offusca la razionalità.

Quella fretta che mina la salute.

Quella fretta che oscura le tue emozioni.

Quella fretta che presta il fianco a chi non ha a cuore il benessere dell’individuo.

Nel Sistema Metabolico Bruni (BMS) lasciamo la fretta fuori dalla porta, perché abbiamo a cuore la tua salute.  Se la fretta ha guidato troppe volte le tue scelte, facendoti tornare cinicamente al punto di partenza, sarà il caso di metterla da parte. I tuoi sintomi, la tua situazione metabolica, la tua condizione emotiva, pretendono rispetto e attenzione. Riflettere sulle cause profonde è il nostro compito: è un atto di correttezza, vuol dire avere rispetto dell’individuo che sei.

Modificare stabilmente le abitudini alimentari, richiede tempo e pazienza, ma se questi cambiamenti hanno l’obiettivo di smantellare l’origine del disagio, allora riusciremo a sconfiggere il mostro della fretta.

Il sintomo non vuole rimedio estemporaneo, il sintomo richiede attenta valutazione delle sue origini. Il sintomo nasconde sovente errori reiterati nel tempo, scarsa conoscenza de proprio corpo, che portano l’individuo a focalizzarsi su di esso, dimenticando drammaticamente la visione d’insieme.

Ritrovare la visione d’insieme per renderti consapevole e fornire gli strumenti giusti per modificare stabilmente il tuo percorso di salute.

La consapevolezza è nemica della fretta.

La consapevolezza dona corretta interpretazione dei sintomi e delle emozioni.

La consapevolezza permette una visione d’insieme del proprio corpo.

La consapevolezza non inganna.

Ascoltare il proprio corpo, ammettere i propri errori, essere disposti ad accettare le proprie caratteristiche genetiche, porre in una visione critica le proprie abitudini eleva il tuo grado di consapevolezza e relega la fretta ad un misero fenomeno di marketing.

Traduci BMS

Seleziona la tua lingua per tradurre il sito web.

Informazioni

Aiuto

Area Riservata